Fabrizio Moro…

L'Associazione culturale Sconfiggiamo la mafia ha deciso di adottare come
proprio "inno" la canzone "Pensa" di Fabrizio Moro, vincitrice di Sanremo
Giovani 2007.
Non ci abbiamo pensato molto…noi abbiamo nello statuto, che per noi è il
DNA, l'educazione alla legalità dei giovani.
Fabrizio è un ragazzo onesto, lavoratore, quindi il suo messaggio è pulito.
La sua canzone è nata da un film su Paolo Borsellino, e le parole che lui
utilizza per ricordare lui e i suoi "angeli" sono stupende…
Per questo riteniamo che "Pensa" debba essere il nostro inno, l'inno di
tutti coloro, come i ragazzi della Locride, come quelli di Addiopizzo
ecc.ecc. che hanno deciso di non vendere la loro vita alla mafia, alla
delinquenza organizzata, che non hanno le radici nella cultura mafiosa,
che non tollerano l'omertà perché la bocca serve per parlare, gli occhi
per guardare e la mente per pensare…
Facciamo nostre le parole "E' cosa nostra parlare di libertà".
Con tali basi dichiariamo due nostre posizioni:
a) massima solidarietà all'on. Lumia, vittima di minacce mafiose;
b) ferma espressione di condanna e relativa manifestazione dell'offesa
ancora una volta perpetrata da parte dell'on. Salvatore Cuffaro,
presidente della Regione Sicilia, per lo "spot" in cui lui compare con
coppola e bicchiere di vino e minaccia di dichiarare guerra agli Stati
Uniti d'America per diventare la cinquantaduesima stella, perché il
governo Prodi non gli lascia fare il ponte sullo Stretto di Messina e i
termovalorizzatori.

Auguriamo alla Commissione parlamentare Antimafia di questa Legislatura di
continuare senza aver paura, nella lotta alla criminalità organizzata, che
non è fatta solo di bombe e stragi, ma sopratutto di traffici illeciti, di
appalti, di droga…
Noi daremo il nostro modesto contributo, sarebbe ora che ogni italiano
onesto si faccia carico di creare con altri italiani onesti,
un'associazione come la nostra per lottare contro la mafia…, per educare
alla legalità e denunciare le illegalità, vivendo innanzitutto nella
legalità.
Buon lavoro,
Ettore Lomaglio Silvestri
presidente

Fabrizio Moro…ultima modifica: 2007-03-14T17:17:19+01:00da proc.antimafia
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “Fabrizio Moro…

  1. Il punto di partenza deve essere sicuramente l’onestà ma in determinate situazioni è indispensabile offrire un’alternativa di vita perchè quando non si hanno alternative e si deve pensare alla propria sopravvivenza i valori sono messi a dura prova.

  2. A DIRE IL VERO VOLEVO INVIARE LA SOTTO RIPORTATA E-MAIL A

    Vorremo tanto poter chiedere aiuto e assistenza, ma le precedenti esperienze ci hanno insegnato che al massimo possiamo chiedere di aiutarci a trovare qualcuno che si reputi impavidamente interessato a cimentarsi in una seria fatica letteraria raccontando il prosieguo di una “storia” di mafia, che è Storia vera, e della quale non si conosce ancora l’epilogo, pur essendo prossimo.
    La morte è morte anche se non c’è un cadavere!
    E, purtroppo, “anche la speme, ultima Dea, fugge i sepolcri”.

    Distinti saluti.
    Giovanni Pàncari
    P.S.: avere uno spazio in qualche sito è sempre un aiuto per noi.

    —- Original Message —–
    From: giovanni b. pancari
    To:
    Sent: Sunday, March 11, 2007 4:53 PM
    Subject: CONTUNUITA’ DI 1 STORIA DI MAFIA “di altri tempi”

    Mi accingo ad inviare ad Istituzioni (anche statali), Associazioni, Enti, ecc., la sotto riportata e-mail perchè “chi ha occhi veda, chi ha orecchi senta, chi ha lingua parli e ……. chi ha volontà scriva (come ha fatto l’On.P.Monello )”. Infatti, uno dei miei principali obbiettivi è quanto richiedo in calce alla presente missiva nel P.P.S.: Sto cercando qualcuno che “mi racconti” o che “mi aiuti a raccontarmi”. Pertanto vogliate cortesemente indicarmi nominativi di scrittori, registi, storici, giornalisti, cantautori, ecc., che potrebbero avere interesse al prosieguo del “racconto” di Monello. Grazie.
    Ho preso spunto dalla mia denunzia pubblicata gentilmente da una Associazione antimafia, così la giro, purtroppo senza personalizzarla :

    >

  3. Gentilissimi tutti,
    mi permetto di disturbarvi a nome e per conto dei ragazzi gruppo capitano ultimo. Stiamo cercando (tra le tante cose) di dare una mano alla rivista Casablanca, di Riccardo Orioles.
    E’ l’antimafia stracciona, che vive di stenti e si ipoteca la casa per non chiudere la redazione, per non far tacere la voce delle coscienze libere che si ribellano alle ingiustizie.
    Lasciare da solo Riccardo, è farlo morire. Che il silenzio uccida la storia del nostro paese ce l’ha tristemente insegnato.
    Noi desideriamo che questo piccolo coriandolo colorato continui a volare nel vento, e diventi colore puro contro il muro grigio dell’omertà e del silenzio.
    Nel nostro piccolo giro di amici abbiamo raccolto qualche abbonamento e poche donazioni, non è sufficiente a sollevare le sorti di casablanca. Ancora la sua ultima pagina di copertina è vuota, in attesa che ci sia un imprenditore o un’azienda che abbia il coraggio di farsi pubblicità su una rivista che fa antimafia. Ancora è vuota…e avere uno sponsor sì, che darebbe un’impennata positiva a questo giornale e a chi ci lavora, con dedizione e sacrificio, lontano dai riflettori dei palazzi, dalle poltrone dorate, che tanto si fan belle a chiacchiere ma che nella quotidianeità poco hanno a che fare con chi lotta davvero, credendoci, per un mondo migliore.
    Scusate se ho osato disturbarvi, sto chiedendo a chiunque..
    Correndo al lavoro ho pensato che scriverti forse non era sbagliato..a volte, dove meno te lo aspetti, trovi un cuore. A volte dove piu’ ti aspetteresti appoggio e sostegno, trovi il nulla.
    Aiutateci se e come potete a far parlare al nostro paese di Casablanca..e tutti insieme potremo sperare di abbattere un muro di ingiustizie che sembra invalicabile.
    Potete dare vostro gentile riscontro a me o all’indirizzo gruppocapitanoultimo@gmail.com o antonella@censurati.it o riccardoorioles@gmail.com

    Grazie in anticipo di tutto, anche solo di aver letto questa mail.

    un caro saluto
    apache
    http://www.ritaatria.it/Donazione_Casablanca.aspx

    “E tu amico, da che parte stai?”

    http://www.capitanoultimo.it
    http://www.censurati.it

  4. Ciao, siamo i ragazzi del Comitato Elettorale del Ministro Luigi Nicolais
    Abbiamo letto e discusso riguardo ai tuoi post, sottolineando la tua competenza e la tua passione per le cose della politica vera, quella che si fa insieme, condividendo le questioni, i problemi e le soluzioni.
    Oltre a farti i complimenti, volevamo farti partecipe della nascita del nuovo blog del Ministro Nicolais (www.luiginicolais.it). Blog e intera campagna che si lega ad un concetto chiaro e da sviluppare insieme alle persone come te: I share, io condivido. Condividere idee, progetti, valori, linee politiche. Tutto grazie alle nuove piattaforme sociali che il web ci ha messo a disposizione.
    Sarebbe molto importante per noi che tu commentassi i post del blog di Nicolais per instaurare un dialogo sulle questioni della politica e della nostra società. Perché l’Italia si può migliorare e lo si può fare solo insieme a persone come te.
    Speriamo di scriverci presto.
    Ciao.

  5. Unisciti anche tu alla catena di solidarietà per Riccardo Pio,un bambino di 4 anni e 7 mesi che a causa di una malattia rara non parla,non cammina,è ipovedente e viene alimentato tramite un tubicino che ha nello stomaco,attualmente Riccardo Pio si trova in Florida per afre delle terapie costosissime che però lo stanno aiutando a migliorare la qualità della sua vita,ha persino detto “mamma” per la prima volta,aiutatelo a vivere.

    Rinunciate ad una pizza,un caffè oppure ad un pacchetto di sigarette,ma aiutalo!

    http://it.youtube.com/watch?v=FoNtJBryu6o

    http://riccardopio.blog.tiscali.it

Lascia un commento